Avanti c’è posto

La nuova rubrica di CC23 a cura di Roberto Amorosino che nasce per presentare, conoscere ed esplorare le nuove professioni ed i nuovi lavori legati alla transizione economica e sociale. Ai nuovi paradigmi industriali e produttivi. Alla Circular Economy. Nel 2017 un istituto di ricerca specializzato pubblica un rapporto senza mezze misure: “l’85% dei posti di lavoro nel 2030 non e’ stato ancora inventato”. Nel 2024. Formazione ed istruzione ancora arrancano a confutare questo dato. Ci si continua a preparare per un lavoro che non esiste. L’organizzazione del lavoro chiede conoscenze tecnico-scientifiche, e conoscenze trasversali: doti relazionali, flessibilità ed apertura al cambiamento, continuo aggiornamento, lavoro di squadra. Packaging designer, LEED consultant, Solar Installar, Circular Economy Program Manager, Circular Investing Specialist, Zero Waste Manager, Field Service Manager, Product Lifecycle Manager e mille altri ruoli tra digitale, innovazione ed inclusione. Anche il futuro del lavoro è circolare.

Intervista a Giuseppe Razza

Laureato in ingegneria civile idraulica, Giuseppe Razza ha svolto attività di ricerca presso l’Università di Trieste, prima di iniziare la propria trentennale carriera internazionale. Attualmente è docente presso un Master

Ascolta la puntata

Intervista a Noah Last

Noah Last is a research & communications professional with experience researching, developing, and supporting the adoption of circular economy standards and technologies. Founder of Third Draft Editing, a company that

Ascolta la puntata

Articoli correlati

Materia Rinnovabile

CommCode23 e Materia Rinnovabile hanno definito una accordo di partnership che prende vita in questa rubrica attraverso la presentazione sintetica dei principali contenuti pubblicati dalla

Leggi di più

L’Europa al voto

Dal 6 al 9 giugno andranno al voto i cittadini dei 27 Stati membri dell’Unione Europea. Prima ancora di accostarci all’analisi della tornata elettorale –

Leggi di più

Guarda! Un asino che vola

Possiamo immaginare una transizione epocale come quella che saremo chiamati a fare, senza una adeguata comunicazione che la spieghi, l’accompagni e la sostenga? La maggioranza

Leggi di più