#Tredicimaggio

 

#geo-politica e elezioni europee
I conflitti nati in Europa, in Medio Oriente e in altre parti al rischio del mondo sono l’ostacolo più difficile da superare per cercare di attuare politiche di sostegno al rinnovamento tecnologico e alla sostenibilità ambientale perché gli sforzi dei leader politici sono tutti rivolti al tentativo di raggiungere gli obiettivi di pace sacrosanti ma anche finalizzati ad una difesa militare e quindi ad un investimento massiccio su quanto è necessario per affrontare questi eventi bellici. Il tutto a discapito della ricerca tecnologica, necessaria per attuare i principi dell’economia circolare, elemento fondamentale per attuare nuovi principi economici industriali e lavorativi. Ma c’è ancora speranza: una delle ultime leggi votate a Strasburgo, ovvero quella che punta a rendere più durevoli i prodotti industriali utilizzando al contempo meno acqua e energia in favore dei consumatori e di un realistico approccio all’economia circolare. Una progettazione eco-compatibile con nuovi criteri di sostenibilità per molti prodotti eco-design.

 

#terza edizione dell’European Innovation for Sustainability Summit
Il messaggio che arriva da questo summit è molto chiaro. La collaborazione è la chiave per avere successo, lo ha detto anche il direttore generale delle EIIS, Andrea Germicca. È necessaria la cooperazione di tutti perché nessuno può prosperare in una società che altrimenti rischia di fallire.

 

#consumatori italiani sempre più attenti ai temi di nutrizione e sostenibilità
Nomisma ha presentato al Cibus di Parma l’ultima ricerca dell’osservatorio packaging del largo consumo. Al centro del focus la presentazione dei risultati dell’indagine sui comportamenti di consumo degli italiani, sempre più attenti ai temi della salute, della nutrizione e della sostenibilità. La ricerca federalimentare Censis ha messo in evidenza quanto il Made in Italy, soprattutto nel settore alimentare, sia considerato un vero e proprio patrimonio da preservare e da promuovere. C’è una sinergia tra le esigenze dei consumatori italiani e il settore alimentare nazionale che si sta adattando e rispondendo a tali richieste anche in vista di una maggiore competitività sui mercati internazionali.

 

A cura di Fabio Cortese e Marco Barone