Tra la terra e il cielo – Peter Frankopan

 

Parliamo dell’ultima fatica letteraria di Peter Frankopan, uno dei maggiori storici del nostro tempo.

Tra la terra e il cielo, Edito Mondadori, ha già ottenuto importanti riconoscimenti e si appresta a diventare un punto di riferimento tra quanti cercano di capire e vogliono conoscere. In questo splendido libro, Frankopan mette in relazione l’ambiente, il clima, il tempo atmosferico e non solo, con i principali avvenimenti storici umani.

L’autore dichiara ad esempio che dallo studio della storia della Cina emerge con evidenza che l’ascesa, la caduta e il ricambio delle dinastie imperiali avvicendatesi per un millennio furono tutti i processi strettamente correlati al cambiamento delle temperature. Le fasi più fredde coincisero con periodi di calo demografico, conflitti e sostituzioni delle gerarchie al potere. Frankopan offre una prospettiva diversa per leggere i grandi fatti della storia, una prospettiva resa possibile anche da nuove tecnologie ormai disponibili, ma soprattutto dalla necessità ormai ineludibile di conoscere la storia ambientale per capire meglio il comportamento umano.

“Ho cercato di capire perché sembra che ormai ci troviamo sull’orlo del precipizio in cui il futuro della nostra specie, così come quello di una porzione significativa del mondo animale e vegetale, appare a rischio”, dichiara l’autore. Un po’ come un medico dovrebbe acquisire una conoscenza approfondita della malattia prima di elaborare una cura, allo stesso modo è importante studiare le cause dei problemi fondamentali di oggi se vogliamo trovare un modo per affrontare la crisi con cui tutti siamo obbligati a confrontarci. E che siamo nel piano di una crisi climatica e ambientale non ci sono più dubbi.

Un libro corposo e impegnativo che finalmente accende la luce sul lato meno noto della storia umana, dato che clima e fattori ambientali, incluso cibo e malattia, sono raramente usati come sfondo della storia, ancor meno considerati come lente attraverso cui vedere il passato. Se escludiamo alcuni, pochi casi, come ad esempio quello celebre dell’inverno russo che avrebbe sconfitto Napoleone nel 1812, e le truppe di Hitler nel 1941, peraltro due luoghi comuni che oscurano ben altri elementi dei due fatti citati, nel complesso la storiografia ufficiale, quella insegnata nelle scuole, ruota tutto attorno a condotti aerei, principali battaglie e alcuni fattori economici, ma ben pochi conoscono le tempeste, le inondazioni, le siccità, gli inverni più rigidi.

Integrare la storia naturale con quella umana non è solo un esercizio lodevole, ma è di fondamentale importanza, se vogliamo comprendere, il mondo attorno a noi e immaginare soluzioni per mitigare e intervenire su quanto è già in corso, su quanto sta già accadendo per poter ancora, pervicacemente, provare ad immaginare un futuro.

 

Tra la terra e il cielo di Peter Frankopan, 2023. Edito da Mondadori – Collana Le Scie