#Cinquefebbraio

Transizione è la parola che scuote il mondo politico, difficile da accettare nella sua etimologia ma ancora di più nella sua sostanza. Progressisti e sovranisti la declinano in modo diverso e proteste sociali come quella degli agricoltori ravvivano diversità e creano conflitti, ma di transizione il mondo non potrà fare a meno. Con buona pace della Politica.
SUI RIFIUTI TESSILI IL MINISTERO LAVORA MA SI ATTENDE L’UE
Il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica ha proposto uno schema di regolamento per la cessazione della qualifica di rifiuti tessili, chiamato End of Waste (EoW), che stabilisce criteri per la cessazione della qualifica di rifiuti tessili e obblighi documentali. L’iniziativa è vista positivamente dalle associazioni pratesi, ma si notano anche alcune criticità, come la necessità di un allineamento con le indicazioni comunitarie in via di definizione.
IN GERMANIA SI DISCUTE SULLA CATTURA DELLA CO2
La Commissione Europea presenterà una strategia per la gestione del carbonio industriale, inclusa la controversa tecnologia CCS (cattura e stoccaggio del carbonio). Il governo tedesco, diviso sull’approccio alla CCS, sta affrontando resistenze interne, soprattutto da parte di gruppi ambientalisti come Greenpeace e BUND. La questione riguarda anche la posizione sulle centrali elettriche a gas e la scelta tra CCS e idrogeno come soluzione per ridurre le emissioni del settore energetico. La proposta dell’UE di applicare la CCS alla produzione di energia fossile ha suscitato ulteriori polemiche in Germania.
A cura di Fabio Cortese e Marco Barone